venerdì 20 marzo 2015

Sul red carpet dell'Arte [moda+pittura]

Questa volta poteva essere difficile immaginare un'opera d'arte partendo da un tema "commerciale".
Mercoledì infatti ho parlato di Miu Miu, brand di moda che apprezzo molto. I marchi sono un argomento che di solito non tratto e di sicuro non potevo cercare quadri che avessero per soggetto... "Miu Miu" ;)
E invece, pensa te, il dipinto che ci voleva mi è apparso fin da subito in mente. Si tratta di "Ragazza sul tappeto rosso" di Felice Casorati (1912).
Riuscite a intuire il motivo?



Eccolo: una viva similitudine con le pose tipiche delle modelle di Miu Miu, spesso ritratte distese per terra, anzi buttate con nonchalance, come in questo caso lampante:


La "Ragazza sul tappeto rosso" era entrata nei miei pensieri poco tempo prima, quando ho avuto l'occasione di vederla dal vivo in una mostra dedicata a Casorati. E' forse l'opera che più mi ha affascinato tra tutte quelle esposte. Per un ritratto di inizio '900 l'inquadratura è anomala e molto suggestiva; l'uso del colore e della luce genera un effetto meraviglioso, rendendo quasi palpabile il tessuto del tappeto e il pulviscolo nella luce che lo colpisce, segmentandolo in riquadri disegnati dalle ombre degli infissi. La ragazzina è circondata da una serie di oggetti sparsi di vario genere, che come qualcuno ha fatto notare richiamano "le buone cose di pessimo gusto" cantate da Guido Gozzano (v. poesia "L'amica di nonna Speranza"), coevo di Casorati. C'è anche un tenero cagnolino addormentato, con cui la ragazza condivide la vaga noia di un pomeriggio domestico.

Lo stile di Felice Casorati è molto cambiato nel tempo. Le sue opere più famose risalgono agli anni ''20 e '30, quando si avvicina alla corrente del "Realismo magico" - pur mantenendo sempre un carattere autonomo. I suoi ritratti e le sue figure d'ambiente si stagliano nitidi e corposi, immersi in una luce lattiginosa che conferisce a tutti i colori una patina fredda.
Un modo diverso di giocare con luci e ombre, che crea un'atmosfera in un certo senso "moderna", ma che ai primi quadri (come la "Ragazza sul tappeto rosso") deve comunque le proprie origini. Un pittore può evolversi, maturare, ma qualcosa del suo carattere e della sua impronta stilistica rimarranno sempre.

Vorrei dire ancora molto di questo nostro artista ma il tempo stringe e ci aspetta ancora ciò che è il fulcro del post: la ricostruzione del look della protagonista del quadro. Vediamo inseme come realizzarla!

Un semplice abitino nero opaco (il classico little black dress)...


Dress


Dress (see more black dresses)



...da vivacizzare con calze lavorate, scarpe maryjane di vernice e un fiocco nei capelli,
per giocare alla Lolita della situazione :)

Boohoo Deena Paisley Net Tights






Dato che almeno un pezzo Miu Miu ci voleva, le scarpe che vi propongo sono proprio
di questo marchio:

Miu Miu ballerine di vernice


Ma tutto questo nero va spezzato con un po' di colore,
e chi meglio di un cappotto/kimono come questo riesce a farlo?
Anche perchè è la diretta trasposizione dello sconfinato "tappeto rosso" del dipinto...


Choies Red Floral Batwing Sleeve Kimono Coat






Anche la borsetta viene pari pari dall'ambiente dipinto:
in quanti secondi riuscite a scoprire quale elemento rappresenta?
;)


Aranaz - Dolores Clutch






Come vi dicevo mi scuso di aver approfondito poco la figura di Casorati, ma di sicuro molte delle curiosità che potreste avere al riguardo le soddisferà Gillipixel nel suo post "Le muse di Kika van per pensieri" :)
Buon weekend e a presto!



3 commenti:

  1. Il quadro è davvero splendido, ed anche la selezione di abiti ed accessori è impeccabile..!! La clutch è uno spettacolo!

    Maria
    Outfit Perfetto
    http://outfitperfetto.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria! La clutch è stata un colpo di fortuna: in realtà stavo cercando un altro genere di borsa, ma quando l'ho vista... ta-dan! :)

      Elimina
  2. Bellissime scelte, Kika...la borsetta ventagliosa è un vero tocco da maestra :-) anche il fiocchettino con i brillanti...ha un che di metafisico :-)...bella anche l'idea di "avvolgere" il tappeto in forma di kimono...hai creato un insieme di rimandi, come sempre molto suggestivi e ben ragionati...ogni volta, quando vedo la tua immagine di riassunto finale del look che hai creato, mi viene da pensare: ecco, io con una ragazza vestita così, ci uscirei proprio a cena :-) dev'essere per forza un tipo interessante :-)

    Conoscevo pochissimo Casorati...un po' l'ho approfondito, grazie a te...le nostre rubrichette sono
    sempre entusiasmanti :-)

    Bacini d'arte :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...