venerdì 29 novembre 2013

Antea, musa del Rinascimento [moda+pittura]

La bella fanciulla che vi presento quest'oggi, avvolta in un lucente mantello ambrato, fu ritratta nel '500 dal Parmigianino ed è stata identificata come Antea, sua modella e amante nel periodo trascorso a Roma.


Il dipinto è conosciuto come "Ritratto di giovane donna", perchè i critici non sono sicuri della sua identità. Nei primi tempi fu detto appunto che la ragazza era Antea, una famosa cortigiana romana (ora diremmo una escort :)) di cui il Parmigianino, giunto dall'Emilia, si innamorò. Poi però alcuni critici esperti di storia del costume fecero notare che gli abiti indossati erano piuttosto quelli in voga nelle corti dell'Italia settentrionale; e allora si cercò fra le dame delle varie famiglie nobili emiliane, specie di Parma vista l'origine dell'artista. Nessuno però è ancora riuscito a dare un nome certo alla misteriosa fanciulla, e allora... che Antea sia!

La storia del ritratto è avventurosa come la sua identificazione: attraversati i secoli approdò a Napoli, ma durante la Seconda Guerra Mondiale i nazisti lo trafugarono. Negli anni turbolenti della guerra il quadro passò da Berlino ad una miniera austriaca, dove finalmente nel '45 fu recuperato e riportato a Napoli: qui è rimasto, e qui si può ammirare all'interno del Museo di Capodimonte.
La pomposità delle vesti di Antea, la sua posa ieratica e l'espressione seria, le incongruenze nelle dimensioni delle membra: tutto rientra a perfezione nello stile rinascimentale manierista, di cui il Parmigianino è stato un importante esponente. Trasportare ai nostri giorni l'eleganza Cinquecentesca di questa giovane donna potrebbe sembrare un'operazione difficile e poco convincente; io ci ho provato spogliando il look della sua sontuosità e giocando piuttosto con le calde armonie dei colori. Ecco la mia proposta:



Un cappotto arancione (con tanto di "peluche"):


Coat




Sotto, una camicia stampa fantasia, sempre in toni caldi...


MANGO Ethnic print flowy blouse




...da abbinare ad una gonna bianca ricamata
(estiva, sì, ma riscaldata da un paio di leggings):


Compañía fantástica Mini skirt





Brown Petite Leggings




Orecchini e collana richiamano i toni dell'outfit e lo completano...


Lucky Brand Earrings, Silver-Tone and Gold-Tone Stone Drop Earrings




Mixex Necklace

...insieme agli stivaletti, ornati da una treccia
(così bella sulla testa della fanciulla, ma più portabile ai nostri piedi ;)


Brown tamar womens ankle boots





Una curiosità: ho scoperto che nell'episodio "La ragazza di Renoir" di "Una mamma per amica" (IV stagione) c'è un festival di quadri viventi, e Rory impersona proprio l'Antea (con tanto di spiegazione sul Parmigianino)! Qualcuno di voi l'ha visto??
A proposito, non sarebbe bellissimo fare anche da noi un festival del genere? Non mi risulta che nelle nostre scuole si faccia... Ma potrebbe essere un'idea per noi blogger: organizziamo un giorno in cui ciascuno deve postare una foto di se stesso vestito come un'opera d'arte! Che ne dite??

Buon weekend, ci si rivede a dicembre! :)


10 commenti:

  1. Mi piace molto la tua proposta e anche il riassunto che hai fatto di quest'opera! Brava Kika! Caterina www.imieioutfit.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Certo sarebbe una bella sfida per le blogger! Bello il quadro del Parmigianino e bella la tua proposta, buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ho letto tardi il tuo messaggio ma il tuo augurio è servito, è stato proprio un bel weekend :)

      Elimina
  3. mamma che bello il cappottino!! e anche lo stivaletto ^__^ guardavo una mamma per amica ma non ricordo l'episodio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io lo guardavo, ma non tanto spesso e quell'episodio è sfuggito pure a me. Il cappotto è di un arancione che preferisco al mio, farei quasi cambio ;)

      Elimina
  4. Questa volta la sfida è parecchio ardua, Kika :-) sei stata brava come sempre, a trovare abiti in sintonia con quelli del dipinto, che presentano una somiglianza sostanziale, più che essere in qualche modo delle copie...hai interpretato bene lo spirito degli abiti...

    Volevo partecipare al gioco anche stavolta, ma è davvero difficile...però, forse, un viso che vagamente si intona a quello della dama del Parmigianino, credo di averlo trovato...ecco qui:

    http://guardianlv.com/wp-content/uploads/2013/11/alanis-morissette-005.jpg

    d'accordo, forse è un po' forzata la similitudine :-) ma per stavolta non son riuscito a fare di meglio :-)

    Ciao Kika, sempre divertente il tuo blog :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alanis Morrisette, non l'avrei detto! Ma devo dire che la forma del viso e del naso sono piuttosto somiglianti. E' sempre un piacere scoprire l'identità che hai scelto, grazie e continua a partecipare, mi raccomando! (il massimo sarebbe riuscire a far comparire la foto nel tuo commento, se uno di noi riesce a capire come fare siamo a posto!)

      Elimina
  5. ooohhhh che carino il post..io credo bel binomio perfetto tra moda e arte ho scritto un post anch eio ...a riguardo, è la prima volta che leggo il tuo blog e da oggi ti seguo sono una tua fallower...se ti va passa a trovarmi ne sarei contenta...a presto!

    www.ollyup.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, vedo che abbiamo già una buona base comune :) Passo molto volentieri da te!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...