venerdì 24 gennaio 2014

La dama in bianco [moda+pittura]

Eccoci arrivati al venerdì e all'opera che (adeguatamente rivisitata) ci consentirà, pur in inverno, di indossare i panni primaverili di una dama dell'800. "La dama in bianco" è precisamente il titolo del quadro che vi presento, un luminoso ritratto di donna in stile impressionista:


Ritratto di donna in due sensi: per il soggetto femminile, ma anche perchè l'autrice è donna; anzi, una delle poche donne riconosciute importanti nella pittura di quel periodo. Si chiama Marie Bracquemond ed è la terza delle "trois grandes dames de l'Impressionnisme", dopo le più famose Berthe Morisot e Mary Cassat (ok, non saranno conosciutissime - purtroppo -... ma ad ogni modo ricordo che a scuola queste due le ho sentite nominare; mentre di Marie Bracquemond non sapevo proprio niente).
Marie era una valida pittrice ma la sua fama fu oscurata dal marito Félix Bracquemond, anche lui artista e celebre come incisore. Félix disapprovava l'arte della moglie, si può pensare per spirito di possessività e maschilismo (purtroppo ci sono ancora oggi compagni e mariti che vorrebbero le loro donne tutte dedite a loro e loro soltanto...); ma invece no, che dipingesse pure... ma non da impressionista! Eh già, pare che fosse una pura questione di gusti artistici.

Ma veniamo al dipinto. La "dama in bianco" è una placida signora che siede in un prato, probabilmente nel corso di una scampagnata. La luce emanata dal quadro emerge dal volto chiaro della donna e soprattutto dal vestito di un bianco sfolgorante, che ne accompagna la linea sinuosa. Sotto volants e trasparenze spuntano birichine due scarpette tipo "francesine", che trasmettono un certo dinamismo alla figura apparentemente così tranquilla. Pensate possa essere difficile trasportare questo look ai giorni nostri, e per giunta d'inverno? Io ci ho provato e il risultato mi soddisfa, ditemi voi se vi piace :)

Prima mossa: trasformare il corpetto leggero in un soffice maglione bianco...

Amazon.com: Sheinside Blue High Neck Long Sleeve Cable Knit Sweater (Blue): Clothing




...in dolce contrasto con l'impalpabilità della maxi gonna bianca:

ASOS Maxi Skirt with Frill Hem




Se il maglione è lungo, bene stringerlo con una cintura-nastro...

LUPATTELLI Belt




...da riprendere nei toni con un discreto braccialetto
(nulla di più voluminoso potrebbe stare sotto le maniche del maglione):

Vince Camuto Stud Macrame Bracelet



Gli orecchini rimangono due punti luce accennati, semplici nella loro rotondità:

River Island Grey faux pearl stud earrings





Ai piedi sono perfetti un paio di tronchetti (giusto un pelo più grintosi delle scarpe ottocentesche):

Cream Western Ankle Boot




Però mancava ancora qualcosa per colorare e scaldare il tutto.
Ho visto quel bel tappeto che fa da appoggio alla dama in bianco, i colori del bosco, e...
...voilà, un giubbotto stampato!


Pyrus Totem Ikat Print Quilted Cotton Jacket




(in realtà questa giacca è un po' più leggera di un giubbotto, io avevo in mente un bomber,
ma la resa finale dovrebbe essere questa)


Ora non resta che una domanda:
quale volto dei nostri tempi potrebbe interpretare la dama in bianco??

Come al solito ve lo svelerà Gilli sul suo blog andarperpensieri.blogspot.it :)
A presto amici!


8 commenti:

  1. E' sempre molto bello come sai "rivisitare" il tipo di abbigliamento soggetto delle varie opere, Kika...sai cogliere l'essenza estetica delle cose in questione, senza ricercare un inutile, improbabile e pedante "ricalco"...questa volta, il giubbotto finale che si richiama al tappeto è stato il tuo tocco da maestra: fortissimo! :-)

    E grazie per le belle sfide che mi proponi ogni volta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo Gilli, sono contenta che il look da "dama bianca" ti sia piaciuto :)
      Alla prossima!

      Elimina
  2. Che bella! Buon weekend Kika!
    P.S. A proposito di arte la prossima settimana andrò a vedere la mostra su Renoir

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola! Mostra di Renoir?? Dove, dove??

      Elimina
  3. Ciao Kika! Come stai? Molto bella questa opera!!!
    Sto aprendo una nuova pagina sul blog sullo shopping on line,ti va di visitarla e lasciarmi un commento dicendomi cosa ne pensi di questa idea? Grazie infinite! Ecco il link
    http://thelooklover.blogspot.it/p/shopping-milano.html
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo, molto volentieri vengo a vedere la tua novità, son proprio curiosa!
      Grazie e a presto :)

      Elimina
  4. ma che bello questo quadro, splendida la posa e la luce, il viso un po' corrucciato, e il vestito bianco con gli stivaletti... aaah, come avrei voluto vivere quei tempi di scampagnate in abito bianco!
    Non conoscevo l'autrice, come volevasi dimostrare e pur avendo studiato un po' di arte molti pittori rimangono sconosciuti, e ancor più quando si tratta di pittrici...
    Davvero ottimo il tuo abbinamento, che sorpresa gli stivaletti, pensavo più a qualcosa di retro con i laccetti, e invece devo ire che i tronchetti di quel colore stanno benissimo e danno quel carattere grintoso!
    Io ci vedrei Cate Blanchett :) ma ora corro a vedere il post che hai linkato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, purtroppo le donne nei secoli scorsi hanno avuto poco accesso al mondo dell'arte e poche di quelle fortunate hanno potuto passare alla storia. Sui libri di scuola poi si tende a sintetizzare e per forza di cosr molti minori vengono esclusi... ma poi è un piacere scoprirli per conto proprio, con consapevole interesse :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...